PAESAGGIO

L’Umbria è la terra verde per eccellenza.

  • Città della Pieve è un borgo etrusco-romano nato intorno alla Pieve dei Santi Gervasio e Protasio.
  • Nel 1600 entra a far parte dello Stato Pontificio diventando un centro amministrativo e religioso importante.Il nucleo storico mantiene lo stile medievale.
  • E’ possibile visitare il Duomo che custodisce le opere di due grandi pittori della città, il Perugino ed il Pomarancio.
  • All’interno delle mura cittadine c’è , il palazzo della Corgna attualmente sede della biblioteca comunale e di esposizioni temporanee e palazzo Baglioni databile XVIII secolo.
  • All’esterno delle mura cittadine sono situate la chiesa di Sant'Agostino, di San Francesco, attualmente santuario della Madonna di Fatima, la chiesa di Santa Maria dei Servi, con l'affresco del Perugino che rappresenta la Deposizione dalla Croce, e la chiesa di Santa Lucia.
  • Nel Medioevo Castiglione del Lago diventò un borgo fortificato, vennero realizzati il Castello distrutto e ricostruito per trasformarlo in una fortezza chiamata 'Castello del Leone' da cui l'attuale denominazione del Comune.
  • Dal XVI al XVII secolo fu marchesato e poi ducato dei Della Corgna.
  • Nel XVII secolo, la famiglia dei della Corgna scomparve e Castiglione del Lago entrònei possedimenti della Chiesa fino all'Unità d'Italia (1860).
  • Il centro storico è circondato dalle mura medievali con le tre porte Fiorentina, Senese e Perugina.
  • Notevole la Rocca del Leone, uno degli esempi più interessanti di architettura militare umbra del Medioevo.
  • Il percorso di ronda regala una meravigliosa vista sul lago, mentre il grande spazio interno è attualmente utilizzato come anfiteatro naturale per spettacoli.
  • Di grande richiamo naturalistico ed ambientale l'Isola Polvese, la più grande del lago Trasimeno, rivolta ad oasi attrezzata e parco didattico-ambientale, presentando una ricca vegetazione con boschi di leccio, alloro, roverella.
  • Paciano è un piccolo paese alle pendici del Monte Petrarvella collocato nella parte occidentale dell'Umbria.
  • Il centro storico ha conservato in gran parte integra la sua forma urbana di origine medievale suddivisa su tre strade parallele unite da vicoli ortogonali cui si accede dalla Porta Fiorentina, Porta Perugina e Porta Rastrella.
  • Inoltre se sei appassionato di arte , opere di pittura e scultura puoi trovarle nel museo Don Aldo Rossi, nella chiesa di San Giuseppe e nella Pinacoteca.
  • In questa zona , tramite i volti della popolazione della zona potrai riflettere sulla "memoria e sui saperi del lavoro artigianale, agricolo e enogastronomico.
  • Panicale è un borgo pittoresco è situato su una collina nella quale è possibile ammirare il Lago Trasimeno, per arrivarci si percorre una strada panoramica tra gli ulivi.
  • Entrando nel borgo da porta Perugina a pochi passi ti trovi la piazza principale del borgo: Piazza Umberto I.
  • All’interno della piazza è presente la grandiosa fontana in travertino un tempo era l’antica cisterna nella quale si raccoglieva l’acqua piovana destinata alla famiglie che vivevano all’interno delle mura.
  • In piazza san Michele Arcangelo è situata la barocca Collegiata di quest’ultimo simbolo del potere religioso,in piazza Masolino si colloca il palazzo del Podestà.
  • Nel centro storico è possibile vedere anche il teatro comunale Cesare Caporali il quale presenta tutto l’anno un programma pieno di appuntamenti.Ti suggeriamo di visitare la Pinacoteca Mariottini che ospita 31 tele raffiguranti ritratti celebrativi di uomini della città.
  • Piediluco è un piccolo paese di origine medievale posto lungo la riva dell'omonimo lago.
  • E’ possibile vedere il borgo dal centro del lago attraverso gite in battello oppure affittando un pedalò.
  • Camminando vicino al lago lo puoi ammirare dall'alto attraversando la via di Francesco, fino ad arrivare alla Cascata delle Marmore.
  • Nel pittoresco paesino di pescatori, animato da allegre facciate di case colorate e dai superbi resti della rocca eretta nell'XI secolo a controllo del territorio sabino, devi sicuramente visitare la chiesa di San Francesco edificata intorno al 1338 in ricordo della visita di San Francesco.
  • Nel suggestivo borgo di pescatori ,movimentato da raggianti facciate di case colorate, devi visitare la chiesa di San Francesco costruita intorno al 1338 in ricordo della visita di San Francesco.
  • Poco distante da Piediluco trovi Villalago residenza storica ottocentesca con parco dalla quale puoi ammirare una meravigliosa vista sul lago.
  • Tra fine giugno e inizio luglio non prendere impegni c’è la "Festa delle Acque"  con spettacoli teatrali e di danza, concerti musicali, spettacoli pirotecnici che terminano con la sagra gastronomica a base di pesce di lago e con la sfilata delle barche allegoriche.
  • Il borgo di Arrone è situato su un colle roccioso lungo la riva sinistra del fiume Nera, a poca distanza dalla cascata delle Marmore.
  • Arrone è formata da due antichi nuclei abitativi, chiamati La Terra e Santa Maria.
  • “La Terra”, ha mantenuto quasi intatta la struttura urbana dell'antico paese medioevale, la zona di Santa Maria si è potenziata fuori dal centro storico.
  • Da visitare la chiesa di San Giovanni Battista nella quale sono conservati numerosi affreschi del XV secolo di scuola umbra, la chiesa di Santa Maria all'interno conserva importanti affreschi di Vincenzo Tamagni e Giovanni da Spoleto.
  • La struttura urbana si presenta con un nucleo originario circolare con accanto il borgo di Santa Maria e fuori le mura il borgo Casali.
  • Tra le molteplici opere da vedere ci sono la chiesa di Santa Maria che custodisce importanti affreschi di artisti umbri dell'area spoletina e marchigiani, la chiesa di San Giovanni Battista e la chiesa di Santa Caterina.
  • Nel borgo di Casali,all’esterno delle mura è collocata la chiesa di San Rocco, la parrocchiale chiesa di San Sebastiano, la Cappella di Madonna delle Grazie, la chiesa dei SS. Pietro e Paolo e i resti dell'antica Abbazia di Santa Maria dell'Eremita, posta lungo la Via Nursina.
  • Norcia è nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini: la città è circondata da montagne
  • All’interno della piazza principale si innalzano i più importanti ed antichi palazzi storici della città intorno alla statua riservata a San Benedetto, fanno da contorno la Castellina, monumentale rocca attualmente luogo del Museo Civico e Diocesano.
  • Il palazzo Comunale, la Basilica di San Benedetto, con facciata gotica , il portico delle Misure, costruito intorno alla metà del Cinquecento come mercato al coperto dei cereali.
  • Da visitare la struttura di San Francesco,al momento sede dell'Auditorium, della Biblioteca comunale e dell'Archivio storico;
  • Il palazzo dei Cavalieri di Malta, oggi sede del Museo dell'Arte Contadina, e la chiesa di Sant'Agostino.
  • Notevolmente affascinante è il Tempietto, struttura autentica più originale e meglio tenuta di Norcia, la chiesa di San Giovanni, una delle più antiche di Norcia, che custodisce un bel soffitto ligneo e l'altare rinascimentale.
  • Inoltre la chiesa del Crocifisso, vicino alle mura urbiche, nella parte superiore della città, e la chiesa di San Lorenzo, la più antica di Norcia.
  • Nel centro storico, l'edificio più caratteristico è palazzo Cesi, meravigliosa architettura rinascimentale creata dall'architetto Gian Domenico Bianchi, fu dimora della prestigiosa Accademia dei Lincei e sede del duca Federico Cesi.
  • Nella parte interna è possibile osservare molte sale affrescate dagli Zuccari e soffitti a cassettone scolpiti.
  • Notevoli sono la chiesa di San Francesco, del 1294, unica e incantevole nelle sue linee romanico-gotiche.
  • La chiesa di Santa Cecilia, protrettice della città, che conserva la tomba del principe Federico Cesi.
  • La chiesa della Madonna del Giglio e la chiesa del Sacramento nella quale è conservato un pezzo di mosaico romano derivante dall'antica città di Carsulae.
  • Scendendo verso le alture dei monti di Acquasparta si trova un paesino medievale incantato, Portaria, piccolissimo paese inserito in un paesaggio fiabesco, nel quale è possibile vedere la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo.
  • Allerona è un piccolo paese disteso su una collina nella zona sud-occidentale dell'Umbria.
  • Nella piazza centrale chiamata Piazza Santa Maria la quale costituisce la zona più alta del paese dove nasceva il castello,sorgono gli edifici più antichi.
  • Il palazzo Visconteo è posto di fronte alla chiesa di Santa Maria della Stella.
  • Il palazzo fu costruito nel trecento e nel Quattrocento fu potenziato in residenza signorile.
  • Nelle vicinanze puoi visitare la chiesa della Madonna dell'Acqua, tempietto ottagonale dell'inizio del XVIII secolo,il parco pubblico della Selva di Meana si osserva villa Cahen, il Parco di Villalba mostra elementi di valore sia per la flora che per la fauna.
  • Circondato dalla cinta muraria etrusca, poi restaurata in età medievale, il paese è sistemato sullo spazio centrale costituito dalle piazze Cavour e Garibaldi dove sorgono i più importanti edifici civili e religiosi.
  • Il palazzo del Podestà attualmente sede del museo civico, che accoglie una splendida raccolta storico artistica con molte tavole dipinte attribuite ai pittori Perugino, l'Alunno, Tiberio di Assisi e Dono Doni.
  • Nella parte meridionale di piazza Cavour, si affaccia la chiesa di Santa Maria Maggiore.
  • Attualmente il centro si contraddistingue per l’esistenza di case munite di un piccolo orto-giardino recintato,  che costituisce un felice equilibrio tra l'edificato e gli spazi ancora verdi.
  • Dirigendosi verso l’uscita del paese è possibile arrivare al monastero di Sant'Antonio, le chiese di San Gregorio e di San Quirico e, nella frazione in piano di Passaggio di Bettona, l'ex abbazia di San Crispolto.
  • Bevagna antica cittadina Umbra è circondata da mura con torri e porte.
  • Sulla struttura del borgo romano si è sviluppata l’architettura urbanistica medievale con piazze e palazzi aristocratici.
  • In piazza Silvestri sorge il palazzo dei Consoli attuale Teatro Francesco Torti, le chiese romaniche di San Silvestro e di San Michele Arcangelo e la chiesa dei Santi Domenico e Giacomo .
  • Percorrendo corso Matteotti puoi visitare palazzo Lepri costruzione settecentesca attuale municipio.
  • Nella parte interna del palazzo sono presenti si la Biblioteca, l'Archivio Storico e il Museo civico, formato da una parte archeologica e dalla pinacoteca.
  • Sul punto più alto della città nasce la chiesa di San Francesco.
  • Citerna è un elegante cittadina situata nel nord dell'Umbria.
  • Nel nucleo storico ti suggeriamo di vedere la trecentesca chiesa di San Francesco, lungo corso Garibaldi, in forme rinascimentali.
  • La struttura a croce latina al suo interno si custodiscono opere di importante valore artistico, tra le quali la Deposizione , dipinti attribuiti a Raffaellino del Colle, affreschi riferiti alla bottega di Luca Signorelli, un coro ligneo del 1550, altari e raffinati intagli.
  • Ti suggeriamo la visita a piazza Scipione Scipioni in cui si innalza l'alta Torre civica, con orologio a incastri meccanici in legno e alla chiesa di San Michele Arcangelo.
  • Nel centro più antico paese si innalza la Rocca, da cui puoi ammirare una splendida vista.
  • Corciano è un borgo medievale circondato dalle mura medievali.
  • All’interno del paese nello sfondo di un intera struttura medievale ci sono vicoli, scalinate, palazzi, torri, giardini, chiese e campanili.
  • Ti suggeriamo di vedere all’interno del centro storico, il torrione di porta Santa Maria, la centrale piazza Coragino, il palazzo Municipale, il palazzo del Capitano del Popolo ed il palazzo dei Priori, la chiesa di Santa Maria Assunta, la chiesa museo di San Francesco in stile gotico.
  • All’esterno delle mura è possibile vedere in via Cornaletto ,l'Antiquarium che raccoglie reperti paleontologici, preistorici e molte testimonianze di età etrusca e romana provenienti dal territorio comunale.
  • Nelle vicinanze non puoi non far visita al meraviglioso castello di Pieve del Vescovo,ma anche i castelli di San Mariano, Mantignana, Solomeo, borgo magnificamente ristrutturato, Chiugiana, Castelvieto, Capocavallo e Migiana.
  • Dal borgo è possibile ammirare una meravigliosa vista che va dalle verdeggianti pendici del Monte Malbe, del Monte Tezio e Monte Acuto a quelle del Monte Amiata.
  • Entrando a Deruta passata Porta San Michele Arcangelo è possibile vedere la piazzetta Biordo Michelotti, nella quale si affaccia la chiesa di San Michele Arcangelo con facciata romano-gotica.
  • Superando la Fontana a pianta poligonale, si arriva a piazza dei Consoli con il Palazzo comunale, sede della Pinacoteca, dove si trova un'importante raccolta di dipinti.
  • Davanti al palazzo comunale è possibile vedere la chiesa di San Francesco, in stile gotico.
  • Dal 1998 ospita il Museo Regionale della Ceramica, dove si possono vedere le straordinarie opere in ceramica di età compresa tra il periodo arcaico ed i giorni nostri.
  • Percorrendo la via Tiberina è possibile visitare la piccola chiesa della Madonna delle Piagge del 1601, accanto alla quale è visitabile un interessante Museo di maioliche.
  • Fossato di Vico è caratterizzato da due anime: quella della zona pianeggiante, in continuo sviluppo, e quella storica e tipicamente medievale di Fossato Alto.
  • Fossato Alto, borgo medievale, rappresenta notevoli testimonianze storiche:il vecchio Palazzo comunale, la Torre dell'Orologio, la Torre merlata sopra la porta d'ingresso, ed antichi strutture religiose come la chiesa di San Pietro e la chiesa di San Benedetto.
  • Non si può non far visita all’Antiquarium comunale che testimonia siti e manufatti di età romana, repubblicana e tardo imperiale.
  • Nelle vicinanze del borgo è possibile incontrare il Ponte di San Giovanni, della prima età imperiale, situato lungo il percorso della Via Flaminia.
  • Il territorio comunale è in parte collegato nel Parco Regionale del Monte Cucco.
  • Il centro storico è un classico tipo di complesso medioevale, del quale resistono parte della cinta muraria e alcuni torrioni.
  • Il Palazzo Ducale ,oggi dimora privata di un produttore cinematografico
  • L'edificio è il  monumento più importante a pianta quadrata circoscritta da due possenti torrioni angolari, all’interno i saloni sono decorati da pitture con figure mitologiche.
  • E’ possibile far visita alla chiesa di San Rocco, che conserva affreschi cinquecenteschi di scuola folignate rappresentanti scene sacre.
  • Il 21 settembre 1969 la chiesa è stata dedicata ai caduti di tutte le guerre.
  • Il territorio, fin dall'antichità, è stato un importante incrocio di transito tra Todi, Orvieto e Perugia.
  • Nel centro storico, restaurato, da vedere la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista, protettore della città.
    A parte al Palazzo Comunale, ed al Teatro della Concordia, si possono vedere molti edifici e il meraviglioso Palazzo Battaglia.
  • Marsciano, grande centro umbro di produzione del laterizio, ha sede il Museo Dinamico del Laterizio e delle Terrecotte, struttura diffusa che si sviluppa sul territorio attraversando i luoghi della civiltà contadina, artigianale ed industriale.
  • A pochi passi dal borgo è situata l'Abbazia di San Sigismondo di proprietà del Sovrano Militare Ordine dei Cavalieri di Malta.
  • In mezzo ai castelli di Montelagello e Migliano si distende la valle del torrente Fersinone circondato da un ambiente naturale e incontaminato.
  • A pochi passi da Marsciano ti suggeriamo di visitare il piccolo borgo di Papiano,posto a cavallo tra i fiumi Tevere e Nestore.
  • Il centro storico, ricco di costruzioni architettoniche ,è collocato all'interno delle mura castellane.
  • Ben mantenuta è la porta d'ingresso, ornata da pietre scolpite e dallo stemma della città.
    Interessante la Chiesa di San Felice, indirizzata al patrono della città.
  • Nelle vicinanze ci sono numerose chiese che raffigurano un patrimonio unico: la Chiesa di Santa Maria in Pantano, uno degli edifici religiosi più antichi ed interessanti dell'Umbria, la Chiesa di Santa Illuminata, l'Abbazia di Santa Maria di Viepri.
  • Percorrendo la Via Flaminia: nelle vicinanze del Ponte si trova la Catacomba Cristiana, unica in Umbria, al cui interno sono stati scoperti oltre 300 loculi.
  • La composizione urbanistica di Monte Castello di Vibio è quella classica di un castello medievale, realizzato su una posizione di dominio sulla valle del Tevere.
  • Nel centro del paese si trova un capolavoro unico, il teatro della Concordia, esclusivo nella sua struttura: è il teatro più piccolo del mondo.
  • Nel centro storico è possibile vedere la chiesa del Santissimo Crocifisso, la torre di porta di Maggio, la chiesa dei Santi Filippo e Giacomo e la cappella della Madonna delle Carceri.
  • Dalla terrazza di piazza Vittorio Emanuele II si può osservare un immenso e straordinario panorama a sud dell'Umbria fino a intravedere i monti del Lazio e dell'Abruzzo.
  • Il paese che conserva intatto il suo territorio urbanistico medievale si trova in una gradevole posizione panoramica da dove si ammira una vista indimenticabile su tutta la Valle.
  • Dall'Alta Valle del Tevere alla Valdichiana, sulle antiche strade degli Etruschi, si guidano le valli umbre e toscane, potendo intervallare con lo sguardo fino alle Alpi Apuane e, se la giornata è cristallina, al Gran Sasso d'Abruzzo.
  • Notevoli sono il castello e la chiesa parrocchiale di Santa Maria.
    Nelle vicinanze del paese interessante il castello di Lippiano, con alta torre quadrata, da cui potrete ammirare un ampio panorama tra Umbria e Toscana.
  • L’affascinante posizione geografica in cui si trova Montefalco lo ha soprannominato Ringhiera dell’Umbria”.
  • Dai suoi belvedere si vede una parte dell’Umbria e si osservano tutto intorno i centri di Perugia, Assisi, Spello, Foligno, Trevi, Spoleto, Gualdo Cattaneo, Bevagna.
  • Montefalco custodisce una ricchezza per quanto riguarda l’arte , chiesa di San Francesco, oggi Museo.
  • Il Museo si divide in tre aree espositive: l'ex chiesa famosa per il ciclo di affreschi creati da Benozzo Gozzoli raffigurante le Storie della vita di San Francesco e la Pinacoteca, con opere di Francesco Melanzio.
  • L’architettura medievale del borgo è guidato dalla mole della chiesa di Sant'Agostino realizzata insieme al convento sopra un piccolo edificio intitolato a San Giovanni Battista.
  • In piazza del Comune è situato il palazzo Comunale poi incrementato dalla loggia e dagli interventi dalla torre Campanaria.
  • Percorrendo il corso si possono vedere palazzo Tempestivi e palazzo Langeli.
  • La piccola chiesa di Santa Maria de Platea, tra le strutture più antiche, prima sede delle riunioni pubbliche comunali.
  • Nel centro cittadino medievale di San Gemini si custodiscono monumenti di importante valore storico e artistico, simboli del potere laico e religioso in città..
  • La chiesa di San Francesco sulla omonima piazza, dedicata al Santo, la chiesa di San Stefano, intorno alla quale si è creato il primo nucleo abitato, la chiesetta Priorale di San Carlo, il palazzo del Capitano del Popolo, conosciuto come Palazzo Vecchio.
  • Notevoli sono la chiesa di San Gemine (Duomo), che custodisce le reliquie del santo e l'abbazia di San Nicolò .
  • Da far visita al museo di scienze della terra Geolab, museo interattivo creato con la finalità di favorire conoscenze sulle scienze della Terra, e il museo dell'Opera di Guido Calori, che espone la collezione delle opere pittoriche e scultoree di Guido Calori.
  • Ti suggeriamo di vedere tra Terni e San Gemini, il parco archeologico di Carsulae, antico municipio romano nato lungo il tracciato della via Flaminia.
  • Circondata dagli ulivi Trevi custodisce testimonianze romane e medievali , come le poderose mura che chiudono il centro abitato e porta del Bruscito, porta del Cieco, porta San Fabiano e l'arco del Mostaccio.
  • Attraverso le mura ci si affaccia sugli uliveti,il percorso è un meraviglioso viale alberato con suggestiva vista della valle sottostante.
  • Tra i palazzi più notevoli la chiesa di Sant'Emiliano, nel duecentesco convento di San Francesco insieme al Museo della Civiltà dell'ulivo, è collocata la Raccolta d'arte di San Francesco.
  • Il museo, che racchiude nel suo cammino anche la chiesa di San Francesco, si divide in due diverse zone , quella storico-artistica (pinacoteca) e quella archeologica.
  • Interessanti gli edifici sfarzosamente ornamentali come il Collegio Etiopico Pontificio ,Casa Petrucci, palazzo Valenti, ), e il rinascimentale palazzo Lucarini, sede del Palazzo Lucarini Contemprary.
  • Nelle vicinanze da far visita alla chiesa della Madonna delle Lacrime.
  • Nella frazione di Bovara si trova l'ulivo più antico dell'Umbria alto 9 metri e che data 1700 anni.
  • Notevole è il corso del fiume Clitunno che scorre nella valle Umbra Sud o spoletina, meraviglioso per lo scenario che attraversa la naturalezza e la lucentezza delle sue acque.
  • La struttura urbana di Vallo di Nera si distingue da un centro circolare sorretto dal borgo quattrocentesco di Santa Maria e, fuori le mura, il borgo Casali.
  • Tra i diversi monumenti da vedere ti suggeriamo: la chiesa di Santa Maria che custodisce importanti affreschi di artisti umbri, la chiesa di San Giovanni Battista e la chiesa di Santa Caterina.
  • Nel borgo di Casali all’esterno delle mura,si trova la chiesa di San Rocco,  la parrocchiale chiesa di San Sebastiano,la Cappella di Madonna delle Grazie, la chiesa dei SS. Pietro e Paolo e le rovine dell'antica Abbazia di Santa Maria dell'Eremita, collocata lungo la Via Nursina.