SPIRITUALITA’

L'Umbria, la terra dei grandi santi: San Francesco, Santa Chiara, San Benedetto, Santa Rita, San Valentino.

La Basilica di San Francesco è il primo grande esempio di architettura gotica prettamente Basilica di San Francesco italiana;  un e monumento e un capolavoro rinascimentale che ci riporta alla grande arte del '500. "E' situata nella omonima piazzetta, a cui si accede da un ingresso a porta sormontata da un arco che riesce a dare la straordinaria dimensione di una chiesa maestosa e nel contempo semplice, quasi staccandola dal mondo circostante

La prima pietra della Basilica di Santa Rita da Cascia il 18 maggio del 1947, 
rivestita di travertino bianco tipico delle cave di Tivoli, presenta un'impianto a croce greca con quattro grandi absidi laterali e cupola centrale a dominare il presbiterio. L'artista Eros Pellini ha scolpito sul portale principale alcuni episodi della vita di Santa Rita da Cascia ed all'interno, in marmo di Carrara, le tappe della Via Crucis.

La Basilica di Santa Chiara è, dal punto di vista architettonico  gemella di quella poco distante di San Francesco. Le due strutture, infatti, sono molto simili in quanto a stile. L'interno dell'edificio  è in stile gotico;Dal punto di vista storico ed artistico, la Basilica di Santa Chiara è molto importante perchè ospita la Cappella di San Giorgio, l'ambiente più antico dell'edificio.

La facciata della basilica di san valentino è seicentesca con un elegante portale e un grande finestrone centrale ristrutturati nel 1854.
L’interno è a navata unica, decorata con capitelli che sostengono un architrave dentellato. Nei muri laterali troviamo due cappelle per lato con eleganti altari di marmo seicenteschi e pitture a olio su tela del XVII secolo.
Nel Coro c’è un piccolo altare che racchiude un dipinto ovale su tela raffigurante il Martirio di San Valentino.Dopo la morte di San Valentino, avvenuta per decapitazione, il suo corpo fu trasportato a Terni e sepolto nel luogo dove sorge l’odierna Basilica. Originariamente in questa zona si trovava un cimitero pagano nel quale venne eretta una prima basilica che nel corso dei secoli subì distruzioni e riedificazioni.

Nella piazza dedicata a San Benedetto, si erge l’omonima basilica dedicata al santo di Norcia. La cattedrale, importante meta di turismo religioso, sorge sui resti di un edificio romano del I secolo dopo Cristo, dove, secondo la tradizione nacquero i santi gemelli, San Benedetto e Santa Scolastica che sarebbero venuti alla luce qui nel 480. I ruderi di questa antica struttura sono ancora visibili nella cripta della chiesa.